Obbligazioni nel settore della difesa: analisi dei rischi e delle opportunità in un contesto geopolitico e macroeconomico incerto Obbligazioni nel settore della difesa: analisi dei rischi e delle opportunità in un contesto geopolitico e macroeconomico incerto Obbligazioni nel settore della difesa: analisi dei rischi e delle opportunità in un contesto geopolitico e macroeconomico incerto

Obbligazioni nel settore della difesa: analisi dei rischi e delle opportunità in un contesto geopolitico e macroeconomico incerto

Obbligazioni 4 minutes to read
Althea Spinozzi

Fixed Income Strategist

Riassunto:  l'aggiunta di esposizione al settore della difesa potrebbe offrire stabilità e a lungo termine se l'escalation delle preoccupazioni per la sicurezza globale persiste. Tuttavia, da quando la Russia ha invaso l'Ucraina nel 2022, gli spread dei titoli di difesa si sono ridotti in modo significativo, offrendo un modesto o addirittura, nel caso dei titoli junk del settore di difesa, un rendimento minore rispetto ai titoli di pari rating. Rispetto alle medie societarie investment grade, le obbligazioni della difesa hanno una leva finanziaria più elevata e una copertura degli interessi inferiore, ma pagano un rendimento del 5,4%, in linea con la media di mercato. D'altra parte, le obbligazioni junk del settore di difesa hanno una leva finanziaria leggermente più elevata, ma quasi il doppio della copertura degli interessi rispetto alla media delle obbligazioni junk. Di conseguenza pagano un rendimento del 6,6%, circa 120 punti base al di sotto della media generale delle obbligazioni societarie high-yield.


I libri di storia ricorderanno questa settimana quando la Svezia ha superato il suo ultimo ostacolo per aderire alla NATO dopo che il parlamento ungherese ha approvato l'adesione del paese nordico. L'invasione russa dell'Ucraina del 2022 ha messo in moto una serie di eventi che stanno ponendo fine a 200 anni di neutralità in Svezia.

Dall'invasione russa dell'Ucraina, i governi occidentali hanno aumentato notevolmente la spesa militare, raggiungendo la cifra record di 240 miliardi di euro in Europa lo scorso anno. Una tale mossa sta spingendo al rialzo i titoli della difesa e l'Invesco Aerospace & Defense Portfolio (PPA:arcx) è salito del 37% da febbraio 2022 ad oggi, mentre il VanEck Defense UCITS ETF (DFEN:xetra) è aumentato del 43% dal lancio (aprile 2023).

Perché prendere in considerazione le obbligazioni nel settore della difesa?

Poiché è improbabile che le tensioni geopolitiche diminuiscano nel prossimo futuro, il settore della difesa continuerà ad attrarre investimenti, creando opportunità sia per gli investitori azionari che obbligazionari.

La diversificazione di un portafoglio nel settore della difesa potrebbe rivelarsi utile perché:

1. Offre stabilità. Il settore della difesa è noto per la sua stabilità, anche durante le recessioni economiche. I governi di tutto il mondo destinano una parte significativa dei loro budget alla spesa per la difesa, che fornisce un flusso costante di entrate per le aziende della difesa.

2. È fortemente esposto ai progressi tecnologici. Il settore della difesa è spesso all'avanguardia nei progressi tecnologici. Le aziende della difesa investono molto in ricerca e sviluppo per sviluppare tecnologie all'avanguardia come la sicurezza informatica, l'intelligenza artificiale e le armi avanzate. Investire nel settore della difesa consente agli investitori di partecipare al potenziale di crescita di queste tecnologie innovative.

3. Ha il potenziale per una compressione della diffusione a lungo termine a causa delle crescenti esigenze di sicurezza globale. Man mano che i paesi modernizzano le loro capacità di difesa e si adattano alle nuove minacce, le aziende del settore della difesa probabilmente beneficeranno di una domanda sostenuta per i loro prodotti e servizi.

4. Le preoccupazioni per la sicurezza globale sono in aumento. Con le tensioni geopolitiche in Ucraina e Israele, i governi devono continuare a investire nelle capacità di difesa, rendendolo un tema contemporaneo in un portafoglio.

Obbligazioni societarie per la difesa: minacce e opportunità.

In fondo a questo articolo, è disponibile un elenco di obbligazioni societarie investment grade e high yield per la difesa disponibili sulle piattaforma BG SAXO. A seconda del rating creditizio, della scadenza e della cedola di ciascuna obbligazione, il profilo di rischio-rendimento di uno strumento cambierà. Tuttavia, quando si considera quale obbligazione scegliere, è importante tenere presente quanto segue:

1. Lo spread tra le obbligazioni junk del settore della difesa e i titoli del tesoro statudinense è il più basso registrato dal 2001 fino adesso. Le obbligazioni della difesa ad alto rendimento pagano 154 pb rispetto al benchmark dei Treasury statunitensi. Tuttavia, il quadro cambia radicalmente quando confrontiamo le obbligazioni di difesa high yield con le medie generali dei titoli junk. In effetti, le obbligazioni junk della difesa in dollari USA pagano -120 punti base al di sotto della media high yield statunitense. Ciò significa che mentre, in media, le obbligazioni junk in dollari USA pagano un rendimento del 7,8%, le obbligazioni high yield della difesa pagano solo il 6,6% di rendimento. Al contrario, le obbligazioni investment grade per la difesa pagano un rendimento medio in linea con la media, intorno al 5,4%.

Il sentiment rialzista delle obbligazioni junk del settore della difesa potrebbe essere stimolato dal miglioramento dei fondamentali. Le obbligazioni statunitensi per la difesa high yield hanno una copertura degli interessi più elevata rispetto alle obbligazioni per la difesa investment grade e una leva finanziaria in linea con le omologhe investment grade (si veda il grafico seguente).

2. Le scadenze nel settore della difesa aumenteranno solo nel secondo trimestre del 2025. Ciò significa che questo settore sarà meno esposto al rischio di rifinanziamento. Poiché quest'anno le banche centrali si stanno preparando a iniziare a tagliare i tassi, le aziende potrebbero essere in grado di rifinanziare il debito esistente a condizioni migliori rispetto a oggi, mettendo meno pressione sui loro bilanci.

3. Il rischio di tasso d'interesse rimane una minaccia. Le valutazioni delle obbligazioni societarie includono uno spread sui tassi d'interesse e uno spread societario. Mentre lo spread societario si riferisce allo stato di salute di una società specifica, i tassi di interesse dipendono dalle politiche monetarie. Pertanto, se i tassi di riferimento sono in aumento, le posizioni obbligazionarie societarie potrebbero subire perdite anche se il bilancio di una specifica società sta migliorando, causando un restringimento degli spread societari. Questo è esattamente ciò che è successo negli ultimi due anni: gli spread delle obbligazioni societarie sono crollati, ma il ciclo di rialzi della Federal Reserve ha esercitato una pressione al rialzo sui rendimenti, causando perdite in tutto il segmento obbligazionario. La buona notizia è che il ciclo di aumento dei tassi ha raggiunto il picco, secondo le banche centrali di entrambe le sponde dell'Atlantico. Ciò dovrebbe essere ampiamente favorevole per titoli obbligazionari.

Crediti e Disclaimer



Nessuna delle informazioni e analisi qui contenute costituisce un consiglio di investimento o un'offerta o sollecitazione ad acquistare o vendere qualsiasi valuta, prodotto o strumento finanziario, effettuare investimenti o partecipare a una particolare strategia di trading. L’investitore si assume la responsabilità di valutare, in modo indipendente, la precisione e la completezza delle informazioni e il relativo utilizzo. La presente comunicazione di marketing non è assimilabile ad alcuna forma di produzione o diffusione di ricerca in materia di investimenti e pertanto non è stata preparata conformemente ai requisiti giuridici volti a promuovere l’indipendenza della ricerca. Eventuali informazioni riportate che si riferiscano a rendimenti, non devono essere interpretate come indicazioni di rendimenti futuri o di garanzia di conservazione del capitale investito ma come indicazioni di rendimenti realizzati in passato. Con strumenti finanziari "più negoziati in piattaforma" si fa riferimento al controvalore nominale negoziato su tutte le piattaforme del Gruppo Saxo.