Inflazione, Inflazione, Inflazione,

Inflazione, combattere la tempesta perfetta

Inflation 4 minutes to read
Simone di Biase

Head of Relationship Management BG SAXO

Riassunto:  l'inflazione imperversa in tutto il mondo. In numerosi Paesi registra il tasso più elevato degli ultimi 40 anni. Negli Stati Uniti ad aprile è stata pari all’8,3% mentre quella europea è stata del 7,5%: dati significativamente alti se si confrontano con l'obiettivo dichiarato della maggior parte delle banche centrali, ovvero l’inflazione pari o inferiore al tasso del 2%. Questo si traduce in un minore potere d’acquisto, chiaramente non una situazione ideale. Vediamo quali misure si possono prendere per fronteggiare questa situazione.


“L'inflazione è alta in modo indesiderabile e resterà tale per un certo periodo". Parola del presidente della Bce Christine Lagarde che lo ha confermato nella sua ultima conferenza stampa.  Cosa fare, quindi, per combatterla? Il primo suggerimento, in questi casi, è: investire. Questo perché i rendimenti che si ottengono permettono di conservare il tuo potere d'acquisto.
Ma quando ci si informa sull’andamento dei mercati finanziari si può verificare facilmente che le cose non vanno così bene. Malgrado ciò, abbiamo chiesto al nostro Head of Equity Strategy, Peter Garnry, e al nostro Head of Commodities, Ole Hansen, dove si può cercare di intervenire per combattere l'inflazione, senza rimanere vittima del calo dei mercati. Ci hanno evidenziato tre idee che potrebbero tornarci utile in questa fase.

ETF legati all'inflazione
"Se vuoi provare a proteggere i tuoi risparmi dall'inflazione, potresti considerare di investire in obbligazioni indicizzate all'inflazione. Se, ad esempio, investi in un ETF (Exchange Traded Fund) il cui sottostante è rappresentato da obbligazioni indicizzate all'inflazione, otterrai un'esposizione il cui capitale aumenterà con l'indice dei prezzi al consumo. Ciò significa che il valore dello strumento aumenta se l'inflazione aumenta. Naturalmente, il rischio è che se l'inflazione scende, lo farà anche il valore, e tassi di interesse più elevati influiranno negativamente anche sulle obbligazioni protette dall'inflazione", afferma Garnry.

Materie prime
“Un altro modo per combattere potenzialmente l'inflazione può essere quello di investire in ampi prodotti di base. Poiché le materie prime sono l'input più basilare per tutto ciò che produciamo, il prezzo delle materie prime ha una connessione relativamente forte con l'inflazione. Ad esempio, qualsiasi cosa, dalla costruzione di una casa, una nuova auto alla tanto necessaria trasformazione verde, richiederà un'abbondanza di metalli industriali dall'alluminio e dal rame al litio e al nichel. È probabile che i prezzi di questi rimangano sostenuti nonostante il rischio di una recessione economica", afferma Hansen.

Oro
“L'oro è considerato un porto sicuro all'interno degli investimenti. Ciò significa che è un posto dove guardare quando i tempi si fanno difficili. L'oro ha storicamente avuto una connessione relativamente forte con l'inflazione ed è generalmente ritenuto una delle migliori protezioni contro la perdita del potere d'acquisto. In precedenza, era difficile investire in oro perché era necessario acquistarlo, ma oggi ci sono prodotti a base di oro che puoi facilmente negoziare online. Ma devi essere consapevole del tipo di prodotto che scegli e assicurarti di capire come funziona, comprendere i suoi rischi, prima di investire”, afferma Hansen.

Oltre alle idee su cosa investire, un ulteriore consiglio è: “cautela”. È un momento molto difficile per investire, quindi è necessario assicurarsi che il rischio sia sotto controllo. I mercati sono selvaggi, quindi attenzione. In generale, è probabilmente il momento di rivedere complessivamente quella che viene chiamata asset allocation. Ovvero il mix di attività di investimento come azioni, obbligazioni, ETF, ecc. Potrebbe essere il momento di allocare il proprio denaro in maniera più diversificata.

Crediti e Disclaimer



Nessuna delle informazioni e analisi qui contenute costituisce un consiglio di investimento o un'offerta o sollecitazione ad acquistare o vendere qualsiasi valuta, prodotto o strumento finanziario, effettuare investimenti o partecipare a una particolare strategia di trading. L’investitore si assume la responsabilità di valutare, in modo indipendente, la precisione e la completezza delle informazioni e il relativo utilizzo. La presente comunicazione di marketing non è assimilabile ad alcuna forma di produzione o diffusione di ricerca in materia di investimenti e pertanto non è stata preparata conformemente ai requisiti giuridici volti a promuovere l’indipendenza della ricerca. Eventuali informazioni riportate che si riferiscano a rendimenti, non devono essere interpretate come indicazioni di rendimenti futuri o di garanzia di conservazione del capitale investito ma come indicazioni di rendimenti realizzati in passato. Con strumenti finanziari "più negoziati in piattaforma" si fa riferimento al controvalore nominale negoziato su tutte le piattaforme del Gruppo Saxo.