BG SAXO | 5 giorni sui mercati BG SAXO | 5 giorni sui mercati BG SAXO | 5 giorni sui mercati

BG SAXO | 5 giorni sui mercati

Macro 5 minutes to read
bgsaxo square no frame2
BG SAXO

Riassunto:  come ogni settimana BG SAXO analizza quello che è appena avvenuto; verifica quello che succede giorno per giorno; presenta quello che avverrà sui mercati finanziari. In questo report: la FED continua a combattere l'inflazione, la caduta libera di Tesla, le azioni Apple sotto pressione e i prezzi del gas in calo in Europa. Infine, come sempre, diamo uno sguardo al calendario macroeconomico della settimana.


La FED continua a combattere l’inflazione

BG saxo 5 gg2
  • I verbali della riunione Fed di dicembre confermano la lotta contro l'inflazione e lanciano un monito ai mercati per evitare di non sottovalutare questa determinazione.
  • Mercati che hanno scontato il picco dei tassi a metà anno prima di ricominciare a scendere verso la fine del 2022. La Fed, d'altra parte, ha alzato le aspettative del suo ‘dot plot’ a oltre il 5% senza tagli in vista nel 2023.
  • La Fed rimane determinata a portare l'inflazione al di sotto del 2% a costo di una disoccupazione più alta e di una crescita più bassa. Stima, infatti, una disoccupazione al 4,6% per riequilibrare il mercato. Lo scorso venerdì il dato è in discesa al 3,5% e i NFP (Non Farm Payrolls) a 223 mila unità contro le 200 mila attese. Quindi c'è ancora molta strada da fare per raggiungere gli obiettivi che si è data la Banca Centrale Americana.
  • Sempre la scorsa settimana una serie di report (ADP, JOLTS, Claims, NFP) hanno confermato che il mercato del lavoro è solido e la disoccupazione molto al di sotto delle cifre previste dalla Fed.

Sulle piattaforme BG SAXO: numerosi ETF (a titolo esemplificativo ISIN IE00B1FZSC47)


La caduta libera di Tesla continua

  • Le consegne di Tesla per il quarto trimestre sono state inferiori alle stime: la società ha consegnato 405.300 veicoli rispetto ai 420.000 previsti. Tuttavia, si tratta di un numero record per le consegne trimestrali e di un netto aumento rispetto ai 308.700 veicoli venduti da Tesla nel quarto trimestre del 2021.
  • Gli investitori si chiedono se Tesla stia affrontando un problema di domanda. Inoltre i recenti sconti implementati per invogliare gli acquirenti sono ancora in atto, suggerendo che la casa automobilistica è disposta a sacrificare il suo margine operativo pur di mantenere alta la domanda e garantirsi un elevato utilizzo della sua capacità produttiva.
  • Tesla dovrà pagare di più per il litio dopo che il suo fornitore Piedmont Lithium ha modificato il loro accordo a causa del forte aumento dei prezzi del metallo. Ora il metallo sarà prezzato su un meccanismo variabile basato sui prezzi di mercato piuttosto che su termini fissi come in precedenza.
  • Il 6 gennaio la casa automobilistica ha effettuato un ulteriore taglio dei prezzi in Cina. Tesla aveva già tagliato i prezzi ad ottobre, con il mercato di massa cinese e i segmenti dei veicoli elettrici premium sempre più affollati da attori nazionali come BYD Co., Xpeng Inc. e Nio Inc., oltre che dai brands internazionali Porsche AG e Mercedes Benz.
  • Le azioni Tesla hanno perso quasi il 15% calando fino ai livelli dell'agosto 2020. Le azioni ora vengono scambiate su un P/E forward di 22, comunque circa 4 volte superiore a quello delle case automobilistiche statunitensi GM e Ford.

Sulle piattaforme BG SAXO: Azioni Tesla, BYD Co., XPeng Inc., Nio Inc. e relativi CFDs oltre che le Opzioni su Azioni.


Il prezzo delle azioni Apple è sotto pressione

  • Apple ha raggiunto una valutazione di 3 trilioni di dollari nel gennaio 2022. Martedì scorso, invece, il prezzo delle azioni ha toccato il minimo di 124,17 USD con una chiusura di giornata a -3,74%, attribuendo ad Apple Inc. una valutazione di mercato di 1,99 trilioni di dollari. L'indebolimento della domanda in questo trimestre festivo e le carenze della catena di approvvigionamento in Cina sono le ragioni che attualmente preoccupano gli investitori.
  • Secondo un articolo pubblicato dal più importante giornale finanziario giapponese The Nikkei ci sarebbe un indebolimento della domanda relativa a MacBook, Apple Watch e Airpods: la notizia ha suscitato preoccupazioni tra gli investitori.
  • L’andamento delle azioni Apple, al di sotto del supporto chiave a 129, ha alimentato l'attuale pressione di vendita. 118 e 108 sono i prossimi livelli a cui prestare attenzione in quanto il rimbalzo sopra quota 129 non sembra poter durare a lungo. 
  • Se questo trend fosse confermato, con l'area 108-104 come prossima destinazione, per Apple sarà possibile assistere ad un ulteriore calo. Gli scambi sotto la Media Mobile Semplice (SMA) settimanale a 200 periodi potrebbero innescare nuovi minimi.
  • L'RSI settimanale è inferiore a 40, ovvero mostra un sentiment negativo unanime: cosa che indica come probabili livelli di prezzo più bassi.

Sulle piattaforme BG SAXO: Azione Apple e relativo CFD oltre che le Opzioni.

I prezzi del gas in Europa diminuiscono

  • I prezzi europei del gas naturale sono diminuiti significativamente nelle ultime tre settimane con i futures del benchmark olandese in calo di oltre il 50% da oltre 150 € a meno di 75 € per megawattora. Gli utenti di gas residenziali, commerciali e industriali hanno tutti ridotto la loro domanda durante l'inverno per ridurre i costi e le temperature miti hanno esercitato un'ulteriore pressione verso il ribasso sui prezzi.
  • La minore domanda ha aiutato l'Europa a mantenere alte le scorte di gas. Ora siamo all'83%, al di sopra della media stagionale quinquennale per questo periodo dell'anno, con alcune nazioni che addirittura accantonano scorte maggiori.
  • Tuttavia, i prezzi del gas rimangono ben al di sopra della loro media a lungo termine per questo periodo dell'anno, anche se la recente tendenza al ribasso ha portato un po' di sollievo alla crisi energetica dell'Europa causata dai minori flussi dalla Russia.
  • E mentre si prevede che Francia e Germania continueranno a vedere temperature superiori alla media nella prossima settimana, il mercato globale del gas rimane teso e l'Europa è esposta a ulteriori interruzioni dell'approvvigionamento. La restante parte dell'inverno e un'altra ondata di freddo potrebbero facilmente cambiare le dinamiche attuali.
  • Anche negli Stati Uniti i prezzi del gas naturale stanno calando con l'Henry Hub statunitense (NGG3) giù del 16,5% sulla settimana. I dati sull'energia degli Stati Uniti mostrano un prelievo inferiore al previsto dalle scorte di gas naturale nell'ultima settimana di dicembre. Questo dato ha contribuito al calo dei prezzi.

Sulle piattaforme BG SAXO: Futures Dutch TTF Gas Month, E-mini Natural Gas e relativo CFD, future Henry Hub Natural Gas.

Trimestrali principali della settimana

  • USA: Bank of America, JPMorgan Chase, Citigroup

Calendario Macroeconomico BG SAXO

Martedì 10 gennaio 2023

  • Discorso del presidente della FED Powell (h 15:00) (USA)
  • Previsioni dell’EIA sull’energia nel breve termine (STEO) (h 18:00) (USA)

Mercoledì 11 gennaio 2023

  • Vendite al dettaglio mensili di novembre (h 01:30) (AUD)
  • Scorte di petrolio greggio (h 16:30) (USA)

Giovedì 12 gennaio 2023

  • Indice principali prezzi al consumo mensile di dicembre (h 14:30) (USA)
  • IPC annuale di dicembre (h 14:30) (USA)
  • IPC mensile di dicembre (h 14:30) (USA)
  • Richieste iniziali di sussidi di disoccupazione (h 14.30) (USA)

Venerdì 13 gennaio 2023

  • PIL mensile (h 8:00) (GBP)
  • PIL annuale (h 8:00) (GBP)
  • PIL trimestrale (h 8:00) (GBP)
  • Produzione manifatturiera (h 8:00) (GBP)
  • PIL annuo tedesco (h 10:00) 

Crediti e Disclaimer



Nessuna delle informazioni e analisi qui contenute costituisce un consiglio di investimento o un'offerta o sollecitazione ad acquistare o vendere qualsiasi valuta, prodotto o strumento finanziario, effettuare investimenti o partecipare a una particolare strategia di trading. L’investitore si assume la responsabilità di valutare, in modo indipendente, la precisione e la completezza delle informazioni e il relativo utilizzo. La presente comunicazione di marketing non è assimilabile ad alcuna forma di produzione o diffusione di ricerca in materia di investimenti e pertanto non è stata preparata conformemente ai requisiti giuridici volti a promuovere l’indipendenza della ricerca. Eventuali informazioni riportate che si riferiscano a rendimenti, non devono essere interpretate come indicazioni di rendimenti futuri o di garanzia di conservazione del capitale investito ma come indicazioni di rendimenti realizzati in passato. Con strumenti finanziari "più negoziati in piattaforma" si fa riferimento al controvalore nominale negoziato su tutte le piattaforme del Gruppo Saxo.